Come tutti gli anni con l'arrivo della bella stagione, il caldo e la promessa delle vacanze, arriva anche la terribile piaga delle pulci, delle zecche e delle zanzare. Questi parassiti, oltre ad essere fastidiosi perché causa di prurito e irritazione cutanea, sono anche vettori di patologie più o meno gravi.

Le pulci, piccoli parassiti che a volte i proprietari degli animali nemmeno vedono, sono causa di prurito così intenso che spesso i nostri animali si autolesionano. Questo prurito è localizzato principalmente nell'area attorno all'attaccatura della coda e l'addome. Ma non serve vedere proprio le pulci che cercano di nascondersi nel manto, bastano le loro tracce. Infatti sulla pelle, incastrato nel pelo, troviamo dello sporco che sembra terra. Ma se alcuni di questi granuli li bagniamo con del cotone impregnato d'acqua, ecco che si creano delle macchie rosso scure. Ebbene, questi granuli altro non sono che le feci emesse dalle pulci le quali hanno effettuato dei pasti di sangue sul nostro animale e l'alone rosso è il sangue digerito.

Le pulci sono anche vettori di uova di tenia; un verme intestinale che può essere causa di mancato accrescimento del cucciolo, dal momento che questo parassita intestinale si mantiene sottraendo nutrienti dall'alimentazione dell'animale.

Il gatto sembra essere particolarmente predisposto a queste infestazioni.

Le zecche invece fanno peggio; si ancorano alla pelle con il rostro mentre il resto del corpo cresce e si sviluppa in superficie, ma pur non creando prurito sono vettori di malattie gravi per gli animali, come la Rickettsiosi, la Ehrlichiosi o la malattia di Lyme. Da sottolineare che queste ultime due sono due zoonosi, cioè malattie trasmissibili all'uomo direttamente o indirettamente dall'animale.

I sintomi di queste malattie sono abbastanza generici; febbre alta, dolori muscolo-scheletrici, perdita di peso, scolo oculocongiuntivale. E se queste malattie non vengono diagnosticate per tempo, vengono interessati organi come milza, fegato e linfonodi.

La situazione diventa particolarmente complicata se viviamo in aree caldo umide, nelle quali pulci e zecche possono trovare buone condizioni di vita, così che rimangono attive un po' tutto l'anno. Ecco che la lotta a questi parassiti diventa molto importante. Ma deve essere anche sicura per la salute, soprattutto se cani e gatti vivono insieme.

La Lozione Spot Neem ha una formula a base di olio di Neem. Quest'olio viene usato molto nei paesi d'origine sia per curare le eruzioni cutanee che per combattere gli insetti molesti (zecche, zanzare, pidocchi). Ha di caratteristico il fatto che, come risulta da numerosissimi studi pubblicati, agisce sui parassiti adulti con un azione chiamata di anti-feeding, cioè non ne permette la nutrizione, e quindi il parassita non rimane sul manto dell'animale. Possiamo così difendere i nostri cani e gatti dalle pulci e dalle zecche, ma non solo. L'olio di Neem sembra interferire anche nel ciclo di sviluppo delle uova e delle larve di questi parassiti, causando malformazioni tali da non permetterne la sopravvivenza. Questa azione è importante per poter proteggere gli ambienti dalle infestazioni delle larve, riducendo notevolmente il numero dei parassiti adulti. Inoltre la Lozione Spot Neem non mette a rischio la salute degli animali, indipendentemente dall'età oppure dell'uomo che è sempre in contatto con gli animali trattati.

 

Dr.ssa Irma Dajlani
Medico Veterinario