La produzione del Pot Pourri
La produzione del Pot Pourri

La produzione del Pot Pourri

Il Pot-Pourri dell’Officina Profumo - Farmaceutica di Santa Maria Novella è uno dei prodotti più emblematici.

Nasce alla metà del XVII secolo. E’ una miscela di bacche, foglie e petali di fiori tipici dei colli fiorentini.  Fino a pochi anni fa il pot-pourri (dal francese “vaso marcio”) veniva posto in orci di terracotta dell’Impruneta insieme alle essenze ottenute dalla distillazione di alcuni dei suoi ingredienti. Il coperchio di legno dell’orcio veniva chiuso ermeticamente con il gesso e si lasciava il tutto a macerare per mesi. Per ottenere un prodotto più omogeneo e per accelerare il processo, è stato ideato un macchinario che concentra in un minor tempo questa lunga stagionatura. Si tratta di due grandi botti, che ruotano alternativamente nei due sensi 24 ore su 24. All’interno, in condizioni di temperatura controllata, fiori, foglie e bacche sono costantemente irrorati di essenze attraverso nebulizzatori a vapore acqueo.

  • 1
  • 2